04/11 – LO SPEED VINCENTE DI ZAR DANGAL

La prova clou della giornata vedeva impegnati i quattro anni sul doppio chilometro, in una corsa decisamente qualitativa ed aperta a varie soluzioni. Il successo andava a Zar Dangal, interpretato da Umberto Di Vincenzo, il quale avanzava con piglio superiore a centro pista ai 400 finali, rimontava il leader e favorito Zufolo Grif e lo batteva nettamente, mentre al terzo posto finiva Zio Salvio Jet, che si liberava solo in dirittura d’arrivo. Il figlio di Merckx Ok completava la distanza in 1.14.4.

Doppietta di Giorgio D’Alessandro Jr, che prima centrava la vittoria con il potente Zaffiro Top, che dopo intero percorso esterno passava in vantaggio e concludeva in un secco 1.14. Poi con il declassato Vasco Dany Grif, in categoria D, che sfilava su Sterlyng dopo 500 metri e faceva corsa per proprio conto controllando la situazione trottando da 1.12.9.

Nella corsa riservata al torneo Politica al trotto la vittoria andava a Rarus Pf, ben interpretato da Valentina Mastronuzzi, che si portava velocemente al comando e non si lasciava mai avvicinare dagli avversari, tra i quali spuntava Vodka E Rum, affidata Franco Andrioli, al secondo posto, e Raritas Pf, con Domenico Putignano, al terzo. L’allievo della Mastronuzzi completava il miglio a media di 1.17.9.

In categoria F emergeva Theodora Op, con Donato Fiore in sediolo, che filtrava dalla seconda fila e poi scattava con azione redditizia in retta d’arrivo, rimontava Rexdolly Ek, e prevaleva in 1.15.7.

Nella prova per i puledri accadeva un pò di tutto: rotture, danneggiamenti e svarioni. Sul traguardo la spuntava Brina Degli Ulivi, guidata da Dario Di Maio, a media di 1.18.3, nei confronti di Brigitte Lan (poi distanziata per danneggiamento diretto ai danni di Briliant Jet), Beatrice Di Lecce e Batavia As.

In chiusura di convegno, dopo aver penato per mesi, arrivava anche la prima vittoria in carriera di Annibal Show, con Romano Tamburrano in sulky, che costruiva costantemente al largo, vinceva il duello con Alma Pan e completava il tutto in 1.17.1.

Omar Tufano