11/01 – TRE PERLE PER GAETANO DI NARDO

Primo appuntamento del nuovo anno, con sette corse all’ippodromo Paolo Sesto, che viveva attimi di paura nella prova iniziale a seguito della caduta che vedeva coinvolto Cosimo Fiore, trasportato in ospedale, ma fortunatamente senza gravi conseguenze.

Il protagonista del pomeriggio era, come al solito, Gaetano Di Nardo, autore di una tripletta con il supporto del team formato da Bevilacqua e Squeglia. La prima vittoria con Cuvee Del Ronco, proprio nella prima corsa, il quale nonostante fosse al rientro si presentava al top della forma concludendo in 1.16.6. Il raddoppio sempre con un cavallo di tre anni, si trattava del debuttante Churchill Gar, in grado di andare davanti e rendersi intangibile per Cupido Grif, chiudendo da 1.16.8. Il terzo sigillo arrivava con Urlo Jet, che si liberava sull’ultima curva e sorvolava via via tutti gli avversari, rifinendo il tutto a media di 1.14.4.

La prova di chiusura era abbinata alla TQQ, riservata a soggetti di quattro anni sui 1600 metri. Nonostante la complessa sistemazione in terza fila, si metteva in evidenza Blazing As, neo acquisto di Salvatore Negro, che recuperava in breve il gap ed iniziava una lunga progressione sulla penultima piegata, superando Berenice e facendo passerella in retta d’arrivo. Il figlio di Password copriva il miglio in 1.16.4. Alle sue spalle finiva bene Baccaredo, autore di ottima performance, mentre Berenice, pur in calo, salvava il terzo da Born To Fly, con Brigitte Lan al quinto posto.

Nella prova gentleman Vayron Stecca, con Giuseppe Marseglia, sfruttava le sue migliori doti: velocità e duttilità. Dopo ottimo lancio si ritrovava secondo dietro Oro Smile, attaccato da Aristotele Laser, e sul calo di quest’ultimo muoveva dalla scia del leader per passare nel più facile dei modi e tagliare per primo il traguardo trottando in 1.15.9.

Trasferta proficua anche per Gennaro Amitrano, che portava a casa la vittoria con Ben Hur Ll, in percorso di testa respingendo tutti gli attacchi di Benedetto Laser, e chiudendo in 1.15.2.

Ritornava al successo dopo diverso tempo Ananas Jet, con Vincenzo Villani in sulky. Declassato in categoria F, il figlio di Maharajah sfilava dopo 500 metri su Vinella, replicava ai tentativi esterni di Tower Di Poggio, ed allungava con semplicità in dirittura completando il percorso sul piede dell’1.14.8.

Omar Tufano