15/04 – SMOKE DI PIAGGIA DISPONE DEGLI AVVERSARI

Tanto bella quanto incerta la prova clou del convegno di lunedì 15 aprile, che vedeva al via cavalli di categoria C/D sulla distanza del miglio.

Il successo andava a Smoke Di Piaggia, ben interpretato da Gennaro Amitrano, che risaliva gradualmente in terza pariglia esterna e sferrava il suo attacco ai 600 finali, quando rimontava Urali Sm e ne disponeva a piacimento in retta d’arrivo, rifinendo il tutto alla strabiliante media di 1.11.8. Urali Sm, al rientro da ottobre, dal canto suo, forniva una performance eccellente, dimostrando di essere già sulla strada del completo recupero. Al terzo posto terminava Upper Dany, anch’essa impegnata per corsie esterne per gran parte del percorso.

Esito a sorpresa nella prova per i quattro anni con partenza con i nastri. Zio Marco sbagliava al via, Zabaione Spav cedeva dopo comoda gara di testa, ed allora la vittoria andava a Zorro Mibi, con Mario Minopoli Jr, che grazie ad un perfetto speed concludeva vincitore in 1.15.1, davanti a Zoli Mede Sm e Zio Marco.

Il programma finiva con il giallo per il distanziamento totale dall’ordine d’arrivo del vincitore Nero De Gloria, reo di aver danneggiamento in modo diretto Un’Alba Zs sulla prima curva ( appiedamento di 12 giornate a Rescio con multa a favore alla danneggiata). Talia Axe, a questo punto, diventava la vincitrice consentendo a Mario Minopoli Jr di raddoppiare le vittorie. La figlia di Prodigious copriva il doppio chilometro in 1.15.0.

Doppio in giornata anche per la scuderia Agricola Carmine con le vittorie di Vincenzo e Vittorio Fornaro, entrambi in tattica da leader. Vincenzo centrava il successo con Artide, nella prova per femmine di tre anni, respingendo tutti i tentativi di Attrazione, completando i due giri di pista sul piede dell’1.17.5. Vittorio, invece, si metteva in evidenza tra i professionisti, con Zimil Again, scattata veementemente sin dallo stacco della macchina ed in grado di rendersi intangibile al nuovo record di 1.14.1.

Coast to coast anche di Asja Op, affidata da Mattia Orlando al giovane Francesco Tufano, che una volta davanti organizzava la difesa per rintuzzare Adrian Falu, e portare a casa la vittoria trottando in 1.16.4.

Schema insolito nella gentlemen, con Zos Slide Sm scatenato leader autore di un primo giro in 1.12.2, ma poi labile in retta d’arrivo rimontato e battuto da Zefiro Grif, con Ciro Ciccarelli, il quale rifiniva il doppio chilometro in 1.15.2.

Omar Tufano