18/01 – MARSEGLIA PARTY

Prosegue il gran momento della scuderia Marseglia, ormai protagonista anche su altre piste italiane visti i diversi acquisti effettuati ed i buoni risultati ottenuti. Nel convegno di lunedì 18 gennaio erano due le vittorie ottenute, una in gentleman ed una in professionisti. Tra i gentleman ci pensava il “boss” Giuseppe Marseglia, che interpretava personalmente il neo acquisto Bice Ek Del Ronco, che al debutto sulla pista tagliava per prima il traguardo dopo percorso tattico di attesa alle spalle di Bugiaz, anticipando Beatrice Di Lecce e precedendola facilmente trottando da 1.15.9.

A seguire toccava ad Antonio Marseglia, figlio di Giuseppe, con Unique Pdl. la femmina da Triton Sund si esalta quando corre con i nastri ed anche in questa circostanza sfruttava la sua duttilità per portarsi al comando e respingere i vari tentativi degli avversari, sfuggendo a Scandalo Font, finito minaccioso al suo esterno, rifinendo il tutto a media di 1.18.0 sul doppio chilometro.

In apertura di giornata Cenerentola conquistava il primo successo della carriera, sfilando dopo 100 metri e controllando tatticamente la situazione, concludendo in 1.20.4 nei confronti di Comasia e Casta Diva Par.

Nell’altra prova riservata ai tre anni sbagliava Chiara Del Ronco sull’ultima curva, tornava vincitrice sul traguardo, ma era già squalificata. La vittoria andava a Cerbero Lz, con Giorgio D’Alessandro Jr, che aveva comandato per gran parte del percorso, mentre Chantal Leone e Caline completavano la trio. Il figlio di Merckx Ok copriva il miglio in 1.19.7.

Bel primo piano di Tentazione, nella reclamare per gli anziani. L’allieva di Marco Esposito, eccellente nelle false partenze, lasciava sfilare Vain, la quale subiva un prolungato attacco di Unastella Bieffe. In retta d’arrivo Vain provava ad allungare ma Tentazione spostava dalla sua scia e, dopo un duello a fruste alzate, prevaleva di giustezza a media di 1.15.1.

Ottima performance di Becky Black Dante, affidato a Crescenzo Maione, abile a filtrare dalla seconda fila e pronto ad intervenire ai 400 finali rimontando la scatenata Bithia Di Casei, poi preda anche di Bobcat Clemar per la seconda moneta. Il maschio da Ideale Luis completava il percorso in 1.14.7.

In chiusura di programma emergeva Zauber Ferm, con Romano Tamburrano, che scattava ai 600 finali ed aveva ragione di un ottimo Ufo Di Girifalco, autore di gran prestazione, concludendo in un secco 1.17 sul doppio giro di pista.

Omar Tufano