20/05 – SORTITA VINCENTE DI ARDESIO

Clou del pomeriggio un doppio chilometro per tre anni, che proponeva al gioco un match tra Aglianico Mdm ed Ardesio, quest’ultimo favorito al totalizzatore. Il match non si concretizzava mai a dire la verità, in quanto Ardesio sfilava dopo 300 metri su Amalfi Jet e controllava sotto il profilo cronometrico la situazione accompagnato al largo da Artide, mentre Aglianico Mdm seguiva in terza pariglia esterna sino ai 700 finali.

L’allievo di Massimo Finetti interpretato da Giorgio D’Alessandro Jr accelerava in progressione sulla piegata finale trascinandosi Amalfi Jet, ed in due finivano nell’ordine, mentre Aston Vik, lungo la corda, rimontava Aglianico Mdm per il terzo posto. Per il figlio di Varenne si tratta della terza vittoria in sei corse in carriera, questa al nuovo record di 1.15.6 sul doppio giro di pista.

DIROMPENTE TAMBURRANO – Ancora un pomeriggio extra per Romano Tamburrano, autore di un brillante triplo nelle vesti di driver e trainer. Il primo successo arrivava con Avatar, scattato con azione imponente ai 300 finali grazie alla quale superava Aladin Breed ed Avant Op, rifinendo il tutto al nuovo record in carriera di 1.15.6. Raddoppiava con Zinfandel, a media di 1.14.1, trovando spazio utile al termine dell’ultima curva quando rimontava un valido Zuccherino. Tripletta completata con Vulcaniano, nella reclamare, il quale metteva in scena un finale ad effetto che gli consentiva di battere al fotofinish Very Di Casei, anch’esso trottando sul miglio in 1.14.1.

Apertura di programma con la prima selezione pugliese del campionato italiano gentlemen, nella quale il solito straordinario Nero De Gloria in coppia con il suo proprietario Federico Rescio, si portava al comando e controllava un ottimo Ulster Op, concludendo da 1.13.8.

RITORNO ALLA VITTORIA: Due le corse nelle quali si rivedevano al successo, dopo un pò di tempo, alcuni dei driver spesso protagonisti sulla pista. Si trattava di Antonio Convertini, che in percorso di testa conduceva al successo Anita Di Chiara, migliorando anche il suo personale considerando l’1.16.2 di media al km; e Luigi Pitardi, nella prova a reclamare riservata ai quattro anni con Zar Again, al rientro dopo sette mesi a causa di grave infortunio, ed autore di bella prova tattica rifinita a media di 1.16.2 sul doppio chilometro.

Omar Tufano