23/09 – CLOU E TQQ PER GAETANO DI NARDO

Gaetano Di Nardo realizzava una significativa doppietta nel convegno in programma giovedì 23 settembre all’ippodromo Paolo Sesto.

L’ottimo driver napoletano siglava prima il clou in sulky al netto favorito Avorio Jet, che però riusciva a prevalere soltanto nel finale nei confronti di Azure Ferm, la quale aveva girato al largo per tutto il percorso debellando Artide. La figlia di Varenne di proprietà di Nunzio Squeglia concludeva a media di 1.13.6, mentre Aria Jet completava il podio.

Il raddoppio per GDN arrivava nell’ultima prova del pomeriggio, abbinata alla TQQ, nella quale “pennellava” Vayron Stecca scegliendo i tempi giusti dell’attacco difendendosi in retta d’arrivo dal gran finale di Veronica Jet, il tutto trottando da 1.13.1. Vibrazione faceva sua la terza moneta davanti a Tatiana Di Celo ed Ulfa.

Nella prova per buoni quattro anni sui 2020/40 metri il successo andava a Zingaro Doc, con Mario Minopoli Jr, che non aveva nessun problema a centrare il bersaglio grosso rifinendo il doppio chilometro in 1.15.9. Zaffiro Top era secondo davanti a Zagor Daf.

Bis di Vostok nel giro di una settimana. L’allievo di Marco Esposito scattava ai 600 finali in anticipo su Scorpione Om, andava al fianco della compagna di colori Tentazione e la batteva nettamente grazie ad un percorso sui due giri concluso a media di 1.16.3

Il programma veniva aperto dai politici che tornavano in sulky dopo la prima esperienza di tre mesi fa. Anche questa volta emergeva Giovanni Aloia, bravo ad infilarsi nel mezzo giro finale con la sua Uwe Del Ronco all’interno di Tudor Di Poggio, presentandosi poi con gran margine di vantaggio in retta d’arrivo che diventava poi una passerella per l’assessore di Montemesola. La figlia di From Above allenata da Sergio Bellitti completava il tutto in 1.15.9. Nella II Tris abbinata alle femmine di quattro anni si metteva in evidenza Zanzibar Font, interpretata da Luca Fierro, che rubava il tempo alla favorita Zack Axe precedendola facilmente grazie ad un percorso da 1.14.2. Nella prova riservata ai gentlemen la vittoria veniva decretata al fotofinish a favore di Twiggy Grif che rimontava Oronte Di Cesato. Arrivo a fruste alzate tra gli allievi di Filippo Gallo ed Alfredo Sorrentino, con il primo che riusciva a sospingere verso la vittoria la sua allieva, in grado di esprimersi in 1.14.0.

Omar Tufano