28/10 – DOPPIETTA DI MINOPOLI

La corsa più ricca della giornata era un doppio chilometro ad handicap riservato ai 3 anni, con il solo Aston Vik chiamato a rendere venti metri ad un primo nastro qualitativo.

Il successo andava ad A Sexystar Par, che Mario Minopoli Jr portava al comando dopo 600 metri su Adele Effe. Posizioni statiche per gran parte del percorso, con A Sexystar Par che chiudeva isolata in avanti, precedendo la stessa Adele Effe ed Animaecore Jet, concludendo in 1.16.7.

Mario Minopoli Jr raddoppiava con l’evergreen Totoo Del Ronco, nell’altra prova con i nastri. Il figlio di Ganymede restava al corda sino ai 700 metri finali, quando complice la stanchezza dello scatenato leader Roger Tav, iniziava la sua risalita trascinandosi Scandalo Font. I due superavano Roger Tav, e si contendevano la vittoria, che andava a Totoo Del Ronco a media di 1.15.2.

Buona moneta per i due anni tra i quali emergeva il favorito Boero Degli Ulivi, con Giorgio D’Alessandro Jr, che si ritrovava al comando dopo 800 metri sulla rottura di Blitz Fks, ed a quel punto la strada per il successo era spianata per il figlio di Napoleon che rifiniva il tutto in 1.17.3, precedendo Black And White e Birbantella Sheba.

La TQQ chiudeva il programma, con Zuccherino che rientrava dopo oltre tre mesi e ritrovava immediatamente la vittoria nelle mani di Antonio Convertini. Malgrado la collocazione al largo di tutti, Zuccherino, sfilava al comando e controllava Zenith Jet, poi falloso. In retta d’arrivo si involava sicuro verso il traguardo davanti a Zola, che infilava Zeru Font, mentre Zama Pf precedeva Zeman per le altre piazze. Media di 1.15.3 per Zuccherino.

Il convegno si apriva con una reclamare per i quattro anni nella quale Zaahira Font, interpretata con mano sicura da Sergio Bellitti, andava al comando e si manteneva fuori dalla portata degli avversari siglando anche il nuovo record in carriera di 1.14.3. Anche Umago Jet, affidato a Michele Rateo, centrava il bersaglio grosso grazie ad un percorso interamente al comando. Il figlio di Igor Font si portava presto al comando e sciorinava parziali di alta levatura per la categoria, che non permettevano nessuna iniziativa, tanto da fare passerella finale da 1.14.8.

Stesso clichè per Utile Op e Giovanni Borrino nella corsa gentlemen. Un miglio tutto d’un fiato per Utile Op, il quale trottata a media di 1.13.7 sfuggendo facilmente a Tennessee Mn e Veronica Jet.

Assiolo Jet, interpretato da Mattia Orlando, non aveva particolari problemi ad imporsi nella prova riservata ai 3 anni, grazie ad un bel percorso di testa completato in 1.15.8.

Omar Tufano