Resoconto 05/09 – ZAHRAH STRATOSFERICA

La prova principale era un invito sul miglio per i quattro anni nel quale Zippy Freedom Lf e Zibibbio Mdm partivano come nettissimi favoriti. In pista, però, emergeva Zahrah, che Rocco Spagnulo affidava al 100% ad Italo Tamborrino, il quale da par suo conduceva la figlia di Pascià Lest con la consapevolezza di potersi esprimere al meglio, e così era considerato il successo ottenuto da leader all’ottima media di 1.12.2, record in carriera. Strabiliante secondo un ritrovato Zingaro Dei Rum, che solo per una narice non riusciva a fare il colpaccio. Al terzo posto Zuava, autrice di intero percorso al largo, ed ancora sorprendentemente fresca nel finale, mentre sbagliava Zippy Freedom Lf ed era solo quarto Zibibbio Mdm, dopo percorso agevole.

Due le doppiette realizzate nel corso del pomeriggio: Gaetano Di Nardo centrava la vittoria prima con Allegra Luis, a media di 1.13.8, e poi con Agathos Par, di spunto, in 1.14.4, sempre per i colori di Nunzio Squeglia ed il training di Sabato Bevilacqua. Romano Tamburrano, invece, conquistava il successo con Vibrazione, al terza vittoria nelle ultime quattro uscite, che superava l’ostacolo del pessimo numero al via per sfondare e reggere sino in fondo, trottando a media di 1.14.2; e bissava con Zinfandel, all’ennesima vittoria della carriera, risalendo al largo dopo avere recuperato i venti metri di penalità, costringendo alla rottura Zigo Yank Sm e facendo passerella finale da 1.16.7 sui 2040 metri.

In realtà Tamburrano ne vinceva tre, però nelle vesti di allenatore, grazie al coast to coast della rientrane Vinella, affidata a Federico Rescio, la quale da leader completava il tutto in 1.15.9.

Nella D/E a resa di metri Totoo Del Ronco, interpretato da Mario Minopoli Jr, assumeva il comando all’uscita dai nastri e si manteneva fuori dalla portata di di Theodora Op ed Oronte Di Cesato, concludendo i due giri sul piede dell’1.16.5.

Omar Tufano